Poggio Rubino

L’azienda Poggio Rubino si trova nella zona che sovrasta le colline di Montalcino a circa 3 km dal centro del paese ad un altitudine di 470 mslm.

L’Azienda  si sviluppa su 15 ha ed i vigneti coprono una superficie di 7 ha coltivati interamente a sangiovese selezionato. I vigneti si trovano in aree diverse del territorio di Montalcino, le particolari esposizioni e le caratteristiche dei terreni,  consentono l’ottenimento di vini con  evidente personalità  esaltando perciò le peculiarità del singolo vigneto.

Cure colturali appropriate  eseguite rigorosamente a mano, fanno in modo che ogni singola vite mantenga un equilibrio vegetativo e un’ottimale distribuzione della produzione, assicurando quindi una maturazione completa dei grappoli. Questo tipo di gestione consente sia una forte  limitazione nell’uso e nella tipologia dei fitofarmaci(si utilizza infatti solo rame e zolfo) , sia la rinuncia alla pratica del diserbo chimico a favore della lavorazione dei terreni. Le rese massime per ettaro sono pari a  50-60 quintali.

La vendemmia  è un operazione difficile da pianificare, soprattutto quando i tempi di maturazione  sono diversi  nei vari vigneti per ragioni legate alle diverse altitudini,  esposizioni, tipologia dei terreni e cloni di Sangiovese diverse tra vigna e vigna .  Il periodo di raccolta quindi è piuttosto lungo iniziando alla fine di settembre per protrarsi fino alla metà di ottobre. La raccolta viene effettuata rigorosamente a mano in cassette. Le uve di ogni vigneto vengono vinificate separatamente in vasche d’acciaio con lunga macerazione, caratterizzata dal contatto prolungato delle vinacce con il mosto ad una temperatura controllata di 26-28°C. In questo modo si estraggono maggiormente il contenuto delle bucce, le sostanze tanniche ed i pigmenti del colore come gli antociani che nel Brunello agevoleranno altresì il lungo invecchiamento e la stabilità nel tempo.

L’evoluzione del vino racchiude una serie di importanti fenomeni chimici, fisici e biologici che interessano molti dei suoi componenti costitutivi. Una volta all’interno delle nostre botti di legno di rovere francese da 25 e 30 Hl, affina e muta lentamente tutte le sue caratteristiche organolettiche e strutturali raggiungendo l’apice della piacevolezza. L’ossigeno arriva al vino in maniera progressivamente lenta ed ottimale attraverso le pareti in legno e viene assorbito anche durante i travasi da noi eseguiti una volta ogni tre mesi.

L’affinamento in bottiglia del nostro Brunello di Montalcino è di 6-8 mesi ed almeno un anno per la Riserva e per il Rosso di Montalcino L’affinamento in bottiglia è di 4-6 mesi, un’uscita ritardata del Rosso di Montalcino ci permette di ottenere un vino più strutturato.

Nel periodo in vetro il vino si riequilibra e sviluppa i suoi profumi che saranno sprigionati al momento della decantazione in caraffa o nel bicchiere.

Il prodotto che si ottiene è unico e inimitabile, esattamente come l’area da cui proviene:

Montalcino ed il Sangiovese.